Classifica XC aggiornata al 16 settembre 2018

Manca poco alla conclusione del campionato XC 2018 – ed. “Air Buddies”.

La classifica sotto riportata, aggiornata al 16 settembre, contiene anche i punteggi dei voli precedentemente “in sospeso” a causa di lievi violazioni ai margini dei CTR di Parma o Piacenza, che sono ora stati convalidati, dopo attenta valutazione complessiva. Si tratta infatti di “sconfinamenti” minimi, nelle fasi finali del volo, pressoché irrilevanti ai fini del punteggio. Nel caso del CTR di Piacenza, sebbene il sito XContest lo riporti come CTR di classe D, si è accertato che con Notam A6915/18 e A6008/18 lo stesso è stato degradato a classe G.

Nella prima metà di settembre, nonostante la stagione un po’ in declino, per i tassi di umidità insolitamente elevati, con relativo abbassamento delle basi, alcuni piloti sono stati bravi nel completare voli di distanza tutt’altro che banali.

Si distingue, in particolare, il rookie Donald Mekk Bertoldi, che balza al comando della classe Standard, realizzando i suoi due migliori punteggi stagionali, grazie anche a un meritato bonus “Air Buddies” nel sorprendente volo dell’8 settembre quando, dopo aver superato il M. Fuso, è rientrato al Caio chiudendo con un bel top un volo di 3 ore. In classifica, supera e distanzia Marcantonio Menozzi e Gianluca Leccabue.

Il 16 settembre, in una giornata particolarmente umida (qualche pilota si è definito “un pesce volante”…) i più esperti hanno saputo adattarsi alle particolari condizioni sfruttandone al meglio le potenzialità. In questo modo, l’eccellente Alberto Sabbadini ha ribadito la propria supremazia imperversando per 4 ore e mezza tra il Navert, la Pietra, il Cervellino, Quinzano ecc. – 105 punti, che gli permettono di classificarsi con 6 voi tutti superiori ai 100 punti, per un totale di 731. Lo seguono, nella classe Open, Andrea Terenziani (663 punti) e Michele Boschi (568 punti, con solo 4 voli).

Nella classe Sport non ci sono variazioni: nell’ordine, Fabio Vezzani, Pino Raucci e Marco Fava.

Restano fuori dal podio provvisorio (e, se non si danno da fare, anche da quello finale…), Roberto Cattaneo nella classe Open, anche per via della supremazia delle Zeno e Enzo; G.P. Bizzaro, che è entrato da poco nella classe Sport; Carlo Folli, quarto nella classe Standard, dopo l’inserimento di Gianluca Leccabue, in precedenza in classe Sport; Alessandro Demartis, che è stato spodestato dal nuovo Rookie, leader della classe Standard.

Buoni voli e sereni atterraggi a tutti !

Sky